Il linguaggio ha un ruolo fondamentale nella nostra vita, perché il linguaggio non è solo descrittivo. Il modo in cui parliamo a noi stessi, il modo in cui descriviamo un fatto ed esprimiamo una opinione, tutto ciò rivela i nostri pensieri, i nostri valori e i nostri giudizi.

I modi in cui ci esprimiamo rappresentano la nostra visione sul mondo, il nostro punto di vista, i termini che utilizziamo parlando sono gli occhiali che indossiamo. Ogni volta che parliamo di noi stessi, degli altri, di un fatto accaduto, esprimendo una opinione, apriamo e chiudiamo delle porte, ci diamo o ci precludiamo delle possibilità.

Di conseguenza il linguaggio determina i nostri comportamenti.
Dunque il linguaggio è azione. Ogni conversAzione che abbiamo con noi stessi e con gli altri contiene/genera delle azioni. E le azioni portano a dei risultati.

Se vogliamo aiutare il nostro partner (che sia un coachee, un collaboratore, un familiare, un amico) a raggiungere nuovi risultati, nuovi obiettivi dobbiamo supportarlo e accompagnarlo attraverso l’esplorazione del proprio linguaggio, perché possa avere una maggiore consapevolezza delle conversazioni che ha con sé stesso e delle parole e dei termini che utilizza.

Come dicevamo prima, il modo in cui si esprime, rappresenta la sua visione sul mondo, le sue convinzioni. E se vuole cambiare e raggiungere nuovi obiettivi dovrà lavorare sulle proprie convinzioni e quindi sul proprio linguaggio. Cambiare le proprie conversAzioni permette di cambiare le proprie azioni.

Come si ottiene tutto questo? Con il modello ABLA e grazie ai docenti della Scuola puoi diventare un coach Coaching Ontologico Trasformazionale ABLA. 😉